Spedizione Gratuita con acquisto superiore a 49.90€ - Su ordini superiori 80€ Omaggio Polvere banana Bio! Ignora

Be inspired – Lasciati ispirare

yoga loto f

Oggi parliamo di Ispirazione, di ascolto, di capacità di fermarsi, se necessario, semplicemente ascoltare il corpo e i suoi limiti, lasciarsi guidare dal respiro, sciogliendo tensioni e lasciando vibrare le miriadi di cellule che compongono il nostro meraviglioso universo umano. Perché quando penso allo Yoga e alla mia esperienza, alle circostanze che mi hanno condotta su questo percorso, non c’è nulla di più reale e sperimento di quello che emerge sul mio tappetino. Lì è dove dovrei essere, e i pensieri, i movimenti, il respiro, sensazioni ed emozioni vengono letteralmente ricreate. Il potere ricreativo dello Yoga è immenso. Ed è per questo che vi consiglio di leggere questa illuminante testimonianza di Luisella Luce Torreforte che con parole semplici e umane ci ricorda che il “corpo prima o poi sente” e “l’energia va dov’è necessario”. Grazie Luce per questo contributo! Terrò con me queste due espressioni così vive.

Giuliana

Be inspired – Lasciati ispirare

un articolo di Luisella Luce Torreforte

“Lascia che il respiro muova il corpo se si blocca non dovresti essere li”.” E’ il respiro che apre il corpo, ispiro espando ed espirando rilasso e lascio andare.” “Rigenero e ricarico tutte le cellule del mio corpo”. E infine tra un movimento, il respiro e la mente che si quieta, arriva l’ascolto, di quello che c’è, di quello che emerge.

la magia dell'Intuito....yoga, mente, corpo e pratica.
la magia dell’Intuito….yoga, mente, corpo e pratica.

Da molti anni ormai ho smesso di usare la parola “Insegnare Yoga”, quando mi siedo davanti ai miei allievi condivido quello che faccio su di me: lasciarmi ispirare e guidare senza grande sforzo con un impulso a fare o non fare, come un artista in attesa del suo momento creativo più alto quello che non puoi fare a meno di mettere in pratica. Esiste già gli diamo solo forme diverse.

Quando la mente, il corpo e le emozioni vibrano allo stesso livello e si comprendono fra loro quello potremmo dire che è la magia dello yoga. Allora yoga diventa pescare, mangiare, creare e lavorare spinti da quello stato che mette in ordine e allinea tutti i livelli del nostro essere. Pratico da molti anni con questo approccio.

Spinti da un impulso forte che non permette di mollare anche quando è dura, anche quando la mente dice che non c’è una fine che la ricerca non ha un traguardo. Non pensando più al traguardo l’interesse si sposta a quello che c’è nel momento in cui accade. Con un senso di appagamento si inizia ad andare oltre l’aspettativa, la pratica è stare sul tappettino, sedersi in ascolto, respirare muovendo il corpo per il puro piacere di farlo. Là dove arriva l’impegno e lo sforzo, accettare e rilassare, fermarsi e poi continuare con un nuovo impulso. Si plasma, così, su di sè quello che si sente essere la propria pratica personale in quel preciso momento della propria esistenza.

Cosa si può consigliare a chi inizia e non sa che tradizione scegliere?

Un albero, molti rami. I vari tipi di yoga come espressione di una sola radice.
Un albero, molti rami. I vari tipi di yoga come espressione di una sola radice.

Possiamo dire che un tipo di yoga è meglio di un altro? Mi viene una metafora per questo, in questo momento: una foglia in natura non può vivere come le sue radici ma fa parte della stessa pianta, le radici si nutrono dalla terra e le foglie magari dal sole e l’ossigeno. Così che ognuno sceglie quale tradizione yoga seguire provando e riprovando sviluppa l’intuito e sceglie ciò che è bene per Sé.

Ogni forma ha una sua particolare vibrazione, la postura yoga che assumiamo porta in sé una qualità, una forma e un energia e per quanto la mente si ribelli.

Il corpo prima o poi sente.

Mi risuona una frase, quella che mi aiuta spesso a portare equilibrio, a distribuire:

l’energia va esattamente dov’è necessaria.

Luisella Luce Torreforte

Luce inizia il suo percorso di yoga  nel 1997 seguendo corsi di Power Yoga e di Ashtanga Vinyasa a Milano (Elena de Martin/Lino Miele) per poi seguire un corso triennale e diventare insegnante di  l’Hatha Yoga (Certificata 500RYT/Coni/UISP). Approfondisce l’Hatha Yoga e la meditazione in ritiri e corsi in Italia e all’estero.
Frequenta seminari di approfondimento di Ashtanga  Vinyasa praticando con insegnanti qualificati da Deena Ginsburg a David Williams, Charles Bensusen e molti altri e di Jivanmukti Yoga (Dechen Thurman, Anja Kunhel, David Life e Sharon Gannon). L’incontro con un Maestro di Pranayama/tecniche di Respirazione le permettono di lavorare per 3 anni sul respiro e inseguito trasmettere queste tecniche con accortezza e sensibilità. “Il Pranayama” dice Luce “è come una medicina, se conosci bene le indicazioni e controindicazioni puoi praticare aiutando e acellerando i processi iniziati con le asana/posture per espandere la gamma di conoscenze yogiche attraverso il respiro. Oggi insegna nella sua associazione a Martina Franca e Matera e presso Kaliyoga Retrait www.kaliyoga.comtra i 10 ritiri più conosciuti al mondo, nella sede italiana in Puglia. (Martina Franca).

E infine… non dimenticare!

Ti è piaciuto questo articolo e non conoscevi il nostro spazio? Per non perderti tutte le novità sul mondo dei rimedi naturali e dell’alimentazione naturale, vieni a scoprire anche tutte le proprietà benefiche dei superfrutti biologici di Natura Zen, della spirulina, delle Bacche di Goji, preziose antiossidanti, dei nostri Semi di chia e delle nuovissime Bacche di Goji Tibetane NaturaZen Premium???

Lascia un commento