More di Gelso – Scheda Completa by NaturaZen.org

La pianta delle more di gelso bianco, la Morus alba L. è una specie di albero da frutta di origine asiatica, appartenente alla famiglia delle Moraceae (genere Morus); la pianta è nota da secoli in quanto nelle foreste orientali, le foglie del gelso bianco sono il cibo naturale dei bachi da seta e hanno contribuito, quindi, alla produzione di questo tessuto, così importante per l’economia locale.

Storia, Origini e Coltivazione

Si tratta di una pianta alta, che originariamente cresceva spontaneamente nella Cina settentrionale e in Corea, che in natura presenta anche la variante del gelso nero. Da secoli la Morus Alba L. è stata coltivata per l’allevamento del baco da seta, mentre oggi viene coltivata per ottenerne i frutti. Le more di gelso bianco sono delle drupe simili alle more di rovo ma che presentano una forma allungata e un sapore delicato, con meno acidità rispetto alle more di gelso nero.

Il gelso bianco fu introdotto in Europa già nel Medioevo (XII secolo) e fu tentata la sua coltivazione per produrre seta anche nel nostro continente, con scarsi risultati. Da allora la pianta si è diffusa in molte regioni italiane, sia coltivata in filari, sia in maniera spontanea.

Pianta e Frutto

La pianta del gelso bianco è formata da un albero latifoglie alto, fino a 20 metri, che cresce rapidamente e può raggiungere i 150 anni. Le radici sono robuste e profonde, si espandono facilmente nei terreni umidi ma sono in grado di sopravvivere anche in quelli secchi e in condizioni di siccità. La pianta ha bisogno di sole, al massimo mezz’ombra per prosperare, e di uno spazio notevole, viste le dimensioni. Tutta la pianta viene percorsa da canali dove si forma il lattice, elemento comune alla famiglia delle Moracee, usato dall’uomo per la produzione di gomme elastiche.

Il Morus Alba L. fiorisce ad aprile-maggio, con fiori di forma cilindrica, che rappresentano un record in natura a livello di emissione del polline: dalle infiorescenze maschili, si libera il polline a 560 km orari in circa 25 microsecondi, ovvero il movimento più veloce del regno vegetale.

I frutti del gelso bianco sono composti sia dal frutto vero e proprio, le nocule, sia dalla polpa che in realtà è una infruttescenza (il sorosio), ossia una parte del calice diventata carnosa. La polpa somiglia come abbiamo detto alla mora di rovo, e le sue piccole unità si fondono tra loro per diventare un frutto carnoso e succulento, che ricopre la nocula.
I frutti bianco-giallastri (in alcuni casi rosa-violetto) sono commestibili, anche se la loro difficile conservazione non li rende così diffusi freschi sul mercato. Dolci e con punte acidule, contengono oltre 20% di zuccheri e presentano un alto potere edulcorante che viene usato per l’alimentazione con frutti freschi o essiccati, la riduzione in farina o in liquore alcolico.

Valori nutrizionali e Composizione chimica

I componenti principali contenuti nelle more di gelso sono acqua, proteine, zuccheri in larga parte, grassi e fibre. Inoltre, contengono ferro, vitamina C, E, K ed A, sali come zinco, selenio, sodio, potassio, calcio, magnesio e manganese.

I valori calorici del frutto sono:

  • Calorie: 329 kcal / 100 g
  • Carboidrati: 74,60 grammi / 100 grammi
  • Grassi 1,5 grammi / 100 grammi
  • Fibre 5 grammi / 100 grammi
  • Zuccheri 37,7 grammi / 100 grammi
  • Proteine 4,2 grammi / 100 grammi
  • Sodio: 70 milligrammi / 100 grammi

Proprietà, Benefici e a cosa serve

Fin dall’antichità la medicina orientale e l’alimentazione quotidiana hanno beneficiato delle proprietà delle more di gelso bianche. Si tratta di un frutto prezioso, ricco di proteine, fibre, flavonoidi che facilitano le attività diuretiche e si presentano con caratteristiche di antinfiammatori e antiossidanti.
In particolare, contengono sostanze come il resveratrolo e le antocianine, acido folico e acido ellagico. La loro bioattività come antiossidanti aiuta nell’azione contro i radicali liberi che determinano l’invecchiamento, oltre ad avere proprietà disintossicanti per liberare l’organismo dalle tossine.
Inoltre, tali sostanza possono svolgere un’azione normalizzatrice della pressione sanguigna (anti ipertensione).

Le more di gelso bianco sono note per la loro azione preventiva nei confronti dei disturbi connessi al diabete grazie alla rutina, un potente antiossidante che, insieme al composto flavonoide della miricetina, può avere un effetto protettivo anche contro alcuni tumori.

I composti vegetali degli antociani contenuti nel frutto, possono coadiuvare nella cura di patologie che interessano il sistema cardiovascolare, il fegato e per contrastare la comparsa del colesterolo cattivo LDL.
Questi composti bioattivi hanno delle ottime proprietà per i disturbi intestinali, e fin dalla medicina tradizionale antica si usa il succo di radice di gelso bianco per eliminare i vermi nel sistema digestivo.
Il succo di foglie viene usato per prevenire infezioni e infiammazioni della gola, febbri e raffreddori grazie alle sue proprietà emollienti.

La fibra alimentare delle more di gelso bianco svolge un’azione come prebiotico, molto benefica per la microflora del colon (Bifidobacterium e Lactobacillus). Le fibre apportano diversi benefici sul transito intestinale: sono utili per mantenere in buona salute fegato, reni, circolazione sanguigna.

Inoltre, tali frutti possono svolgere un’azione protettiva nei confronti della pelle grazie all’acido ellagico.
In comparazione con il vino, il gelso presenta un più alto potere antiossidante, dovuto ad un migliore profilo fenolico.

Utilizzo come Integratore

Per integrare nella propria alimentazione il gelso bianco, è possibile utilizzare confezioni di polvere delle foglie di gelso bianco, l’estratto di foglie in compresse oppure assumere le more di gelso essiccate.
Le more secche mantengono nella nutrizione le proprietà salutari, gli antiossidanti e le vitamine utili per il benessere dell’organismo.

Gli integratori di more di gelso bianco in polvere in genere riguardano le foglie e non i frutti, e possono essere mescolati alle bevande.
Alcuni integratori alimentari a base di estratto di foglie di gelso bianco sono presenti anche in compresse. È importante valutare se la polvere o le compresse contengano zuccheri aggiunti, pesticidi e conservanti.

La deperibilità delle more fresche non le rende presenti se non nei mercati locali, e andranno consumate subito. Le confezioni di more di gelso secche, invece, consentono un’assunzione costante nel tempo per la costruzione di una dieta sana e completa.

Uso e Dose Giornaliera

La dose consigliata per il consumo di more di gelso bianco è quella di una manciata di more al giorno (circa 15).
Nel caso di polvere di foglie, la dose è di 1 grammo della foglia in polvere preso tre volte al giorno.

Ricette e Utilizzi

Oltre alla creazione di marmellate dai frutti freschi, le more di gelso si possono gustare in modi differenti, dato che le drupe consentono di essere consumate da sole come snack oppure all’interno di ricette.

Si possono aggiungere a yogurt, frullati, insalate, gelati, macedonie di frutta secca, nei fiocchi d’avena o muesli. Si utilizzano spesso per arricchire ricette di dolci e salse, biscotti ma anche per la cuocere il pane (ricetta indiana con la farina Paratha).
In diverse ricette che utilizzano le more di gelso essiccate, come per la preparazione delle torte, è importante mettere in ammollo le drupe affinché possano reidratarsi.

Opinioni

Sono in commercio diverse confezioni di more di gelso bianco essiccate oppure polvere da foglie di Morus Alba L., ma Natura Zen propone solo prodotti di qualità da coltivazione biologica, controllata e certificata.
I nostri prodotti sono gluten free, sottoposti a rigorosi controlli del biologico, che salvaguardano dal pericolo di assumere sostanze pericolose.

Nelle opinioni dei consumatori, che sempre più si orientano verso coltivazioni biologiche, sono apprezzate le confezioni di more di gelso bianco derivanti da una coltivazione che cura attentamente ogni fase di crescita e raccolto. Le drupe vengono essiccate in modo da mantenere tutte le sostanze e proprietà nutrizionali.
Le more di gelso bianco Natura Zen, infatti, provengono da coltivazioni senza utilizzo di pesticidi negativi per il benessere.

Controindicazioni ed Effetti collaterali

L’assunzione di more di gelso bianco non presenta particolari controindicazioni, se vengono consumate in modo moderato. L’utilizzo eccessivo di queste drupe può provocare fenomeni di diarrea, disturbi intestinali e diabete.

Fonti e ricerche scientifiche

In vitro and In vivo Antioxidant Activity of Flavonoid Extracted from Mulberry Fruit (Morus alba L.)

Analysis of Functional Constituents in Mulberry (Morus alba L.) Twigs by Different Cultivars, Producing Areas, and Heat Processings

Dove si compra e Prezzi

Le more di gelso essiccate o gli integratori in polvere delle foglie possono essere acquistati on line o presso i negozi di integratori alimentari.
Il sito Natura Zen, li rende disponibili on line nelle confezioni da coltivazione biologica.

I prezzi delle confezione di more di gelso bianco essiccate variano, con costi che vanno circa sui 4-5 Euro per 100 grammi, alle confezioni di foglie in polvere con prezzi che arrivano anche oltre i 20 euro per 100 grammi. Il formato di estratto di foglie in compresse, ha costi elevati fino a 40 euro per confezione (150 compresse circa).

Formati disponibili

Le more di gelso bianco sono disponibili in confezioni di frutti essiccati, mentre l’estratto delle foglie si può trovare anche come polvere oppure in compresse.

Ordina subito la nostra confezione di More di Gelso Bianco.
L’alimentazione è più sana con i benefici della frutta essiccata by NaturaZen!