Erba di Orzo – Scheda Completa by NaturaZen.org

Erba di Orzo è il nome usato per definire i germogli dell’Hordeum vulgare, la pianta giovane dell’orzo che tutti conosciamo.
Per Erba d’Orzo si intende, ormai, anche l’alimento preparato a partire dalle piante embrionali di questo cereale, che vengono raccolte sei mesi dopo la germinazione, essiccate e trasformate per la nutrizione umana. Un ingrediente che diventa un integratore privo di glutine, naturale e utile alla salute dell’organismo.

Storia, Origini e Coltivazione

Se l’orzo rappresenta uno dei cereali più antichi usati nell’alimentazione umana, anche l’Erba d’Orzo è stato verosimilmente utilizzato fin dai tempi remoti. Gli indiani del Nord America, per esempio, la adoperavano per scopi medicinali mentre nel medioevo in Cina le piante giovani dei cereali, compresa l’Erba di Orzo e di Grano quindi, erano adoperate come rimedio di depurazione del sangue.
In epoca recente, invece, la scoperta delle proprietà dell’Erba di Orzo, si deve a diverse ricerche: le prime negli Stati Uniti del medico Charles F. Schnabel, poi quelle di George J. F. Köhler, e successivamente di un gruppo di ricercatori scientifici giapponesi. Questi, diretti dal Dottor Yoshihide Hagiwara, circa 50 anni fa hanno comprovato come l’erba dell’Hordeum vulgare sia un vero e proprio “superfood” ricco di nutrienti preziosi per il nostro organismo.
Il gruppo di ricerca di Hagiwara negli anni Sessanta definì i micronutrienti dell’Erba di Orzo, con un complesso di elementi variegati ed equilibrati tra loro per una dieta sana. Un lavoro che venne portato avanti da Ann Wigmore e il suo Hippocrates Health Institute di Boston, dove il succo d’erbe di cereali, germogli e cibi crudi era usato per curare i malati definiti allora “inguaribili”.
Oggi in diverse parti del mondo si coltiva l’Erba di Orzo, e la maggiore richiesta di questo cereale, ha spinto anche ad un aumento della produzione della cosiddetta barley grass (erba di orzo) a livello internazionale.

Pianta e Frutto

L’Erba d’Orzo deriva dalla pianta dell’Hordeum vulgare, raccolta dopo la germinazione, ovvero 6 mesi dopo il momento il germoglio esce dal seme e inizia l’accrescimento fuori dal terreno. Quest’erba mostra una particolare resistenza, riesce a crescere in condizioni anche difficili, resistendo alle muffe e ai funghi in modo migliore rispetto al grano.
Se l’orzo è un cereale che si ottiene dalle cariossidi dell’Hordeum vulgare, ovvero i frutti secchi maturati che non si aprono spontaneamente, tipici delle graminacee, l’Erba di Orzo deriva, quindi, da una parte differente della pianta e una fase precedente.
Le foglie del cereale vengono raccolte ed essiccate per la produzione della polvere di Erba di Orzo, una fine farina che conserva tutti i nutrienti. L’essiccazione dev’essere naturale e viene condotta tramite il metodo a “spruzzo d’aria”, in cui i nutrienti non vengono sottoposti a temperature superiori ai 37 °C (la nostra a temperatura corporea interna).

Valori nutrizionali e Composizione chimica

Partendo dalle ricerche del Dottor Hagiwara, negli ultimi decenni gli studi sulle foglie d’orzo sono proseguiti, definendo i tanti nutrienti trovati nell’Erba d’Orzo che includono alti livelli di clorofilla e vitamine tra cui vitamina A (beta-carotene), B1, B2, B3, B6, B12, C, E, K.
Sostanze come biotina, colina, acido folico, acido pantotenico (vitamina B5), 19 aminoacidi, calcio, ferro, magnesio, potassio, sodio e altri 50 minerali. Metà del contenuto degli acidi grassi contenuti è composto da acidi grassi linoleico e linolenico. Inoltre, sono presenti diversi enzimi, incluso il superossido-dismutase.

I valori calorici dell’Erba di Orzo sono:

  • Calorie: 278 kcal / 100 g
  • Carboidrati: 21 grammi / 100 grammi
  • Grassi 1,8 grammi / 100 grammi – di cui grassi saturi 0,2 g / 100 g
  • Fibre 34,3 grammi / 100 grammi
  • Zuccheri 4,1 grammi / 100 grammi
  • Proteine 27,30 grammi / 100 grammi
  • Sodio: 0,15 grammi / 100 grammi.

Proprietà, Benefici e a cosa serve

L’Erba d’Orzo rappresenta uno dei prodotti più antichi coltivati dall’uomo a uso alimentare, anche per le loro virtù nutrizionali della pianta.
L’orzo contiene aminoacidi, proteine, enzimi, vitamine e minerali, fibra, e l’Erba di Orzo presenta grandi quantità di clorofilla: sostanze che rendono questo alimento un potente antiossidante e antinfiammatorio.

L’assunzione di Erba di Orzo promuove il benessere dell’organismo rinforzandolo e proteggendolo da agenti inquinanti e fattori di invecchiamento, essendo un alimento antiossidante e un disintossicante naturale. La sua natura alcalina, è ottima per il sistema digerente, dato che questo alimento evita l’acidificazione dei tessuti dovuta ai cibi precotti e raffinati, agevolando l’equilibrio del pH metabolico.
Questa caratteristica alcalinizzante si unisce alla ricchezza di minerali dell’Erba di Orzo, in grado di fornire sostanze energizzanti anti-fatica che non interagiscono con il sonno e l’attività del sistema nervoso.
La clorofilla in particolare, rappresenta una fonte di magnesio utile nel trattamento della sindrome premestruale e mestruale, e un valido anti-anemico che stimola la sintesi dell’emoglobina e favorisce la cicatrizzazione dei tessuti.

Il suo effetto sulla microcircolazione, rappresenta un supporto contro la fragilità dei capillari.
La dote principale riconosciuta all’Erba di Orzo, è quella depurativa dell’apparato digerente e del fegato. Una sostanza che mantiene l’equilibrio della flora batterica intestinale. Il valore dell’Erba d’Orzo come detossificante è dato dall’alta concentrazione dell’enzima SOD (super ossido dismutasi). Inoltre, contiene enzimi che neutralizzano le tossine come citocromo ossidase, superossidodismutase, perossidase, catalase, transidrogenase e ossidase degli acidi grassi.

Rappresenta un potente antiossidante che protegge le cellule dai radicali tossici e funziona anche come anti-età. La protezione dall’invecchiamento è data dalla capacità di questo alimento di neutralizzare i radicali liberi, grazie alla miscela di carotenoidi, SOD, vitamina E, clorofilla, e il 2”-O-GIV (2″-O-glycosyl isovitexin) una sostanza potente a livello antiossidante scoperta nel 1994 (Dr. Shibamoto e Dr. Hagiwara – University of California). Questa sostanza previene l’ossidazione dei lipidi nel sangue e la formazione dei derivati tossici che si formano durante l’arteriosclerosi (indurimento delle arterie).

Riguardo la funzione antinfiammatoria, L’Erba di Orzo contiene delle sostanze antiflogistiche tra cui il citato SOD (superossido-dismutase), alcune glicoproteine e la clorofilla, in grado di ridurre gli stati infiammatori e prevenire danni ai tessuti (artrite, arteriosclerosi, pancreatite, infiammazioni cutanee, etc.). Contiene anche il betaglucano, in grado di ridurre la concentrazione di colesterolo nel sangue, e che rende l’Erba di Orzo preziosa per il metabolismo dei lipidi e dei carboidrati – una possibilità di prevenzione per le patologie cardiache legate all’ipercolesterolemia, e per l’insorgere del diabete.

L’Erba di Orzo contiene molti nutrienti utili per la produzione e l’utilizzo di ATP (adenosina trifosfato), un composto altamente energetico richiesto da tutte le reazioni metaboliche che aumentano l’energia; fornisce al corpo forza duratura, riducendo la fatica.

Utilizzo come Integratore

La parte più nutritiva dei cereali, le giovani foglie verdi, rischia di essere persa in breve tempo, per questo le tecniche di lavorazione esistenti, consentono di preservare gli abbondanti elementi nutritivi presenti nelle foglie di orzo, sotto forma di integratori alimentari.
L’Erba di Orzo può essere compresa nella dieta tramite varie forme: come succo estratto dalle foglie, oppure come polvere derivante dall’essiccazione delle foglie.
La polvere concentrata è comoda da consumare e mantiene le proprietà salutari dell’orzo, mentre la bevanda (succo) ha più difficoltà per essere mantenuta e risulta più difficilmente reperibile sul mercato.
L’Erba di Orzo è consigliata come integratore nelle diete vegetariane e vegane, e molto apprezzata per il suo apporto proteico.
Oltre a rappresentare un rimedio naturale al benessere intestinale, può essere usata da chi desidera utilizzare la barley grass per ridurre l’appetito, consumata al mattino a digiuno oppure mezz’ora prima dei pasti.

Uso e Dose Giornaliera

Il dosaggio ideale dell’Erba di Orzo è dai 5 ai 10 grammi al giorno, che in polvere possono essere diluiti in un bicchiere d’acqua e preferibilmente a stomaco vuoto.

Ricette e Utilizzi

Il modo per ottenere una buona integrazione dei micronutrienti dell’Erba d’Orzo è quello di mescolare un cucchiaino di polvere di foglie essiccate a bevande, centrifughe di frutta e verdura, yogurt, succhi di frutta, frullati ma anche nelle insalate di verdure fresche. Il suo sapore è erbaceo e nella versione più semplice, può essere anche solo sciolta in un bicchiere di acqua tiepida.
Se da secoli l’Erba di Orzo è stata consumata fresca oppure sotto forma di succo, ora la comoda confezione in polvere, consente di assumere la quantità indicata, mescolandola nelle ricette.
Rende meglio se sciolta a temperatura ambiente, dato che il calore potrebbe distruggere gli enzimi attivi contenuti.

Opinioni

L’Erba di Orzo nell’alimentazione è una scoperta recente, e diversi consumatori sono incuriositi dalle proprietà di questa pianta, ma cercano di saperne di più riguardo la sua provenienza. In particolare, molti sono orientati al suo consumo all’intero di una dieta crudista o vegana, in modo da sfruttarne le componenti nutrizionali e proteiche.
Vengono spesso richieste, quindi, le informazioni sulle tecniche di raccolta e preparazione per essiccazione, che non alterino le proprietà dell’Erba di Orzo. Vengono predilette le foglie di orzo derivanti da coltivazioni bio certificate, prive di sostanze come conservanti, pesticidi o solfiti.
Per tali motivazioni Natura Zen propone la polvere di Erba di Orzo biologica, in confezioni adatte all’alimentazione crudista, gluten free e vegana. Si tratta di confezioni di germogli derivanti da coltivazioni di orzo biologico in Nuova Zelanda, da terreni incontaminati.

Controindicazioni ed Effetti collaterali

L’assunzione dell’Erba di Orzo non presenta particolari controindicazioni, e risultano problemi per i celiaci essendo questa parte della pianta, priva di glutine. In caso di gravidanza e allattamento, è bene consultare il medico, mentre in caso di diabete è necessario valutare se la forma in compresse non contenga degli zuccheri.

Fonti e ricerche scientifiche

Preventive and Therapeutic Role of Functional Ingredients of Barley Grass for Chronic Diseases in Human Beings

Identification of quantitative trait loci for mineral elements in grains and grass powder of barley.

Inhibitory effect of 2″-O-glycosyl isovitexin and alpha-tocopherol on genotoxic glyoxal formation in a lipid peroxidation system.

Dove si compra e Prezzi

L’Erba di Orzo è diffusa sul mercato principalmente sotto forma di polvere di foglie oppure polvere del succo liofilizzato, oppure come compresse. Le confezioni di Erba d’Orzo possono essere acquistate on line o presso i negozi di integratori alimentari.
Il sito Natura Zen, rende disponibile le confezioni di Erba di Orzo bio in polvere, provenienti dalle coltivazioni della Nuova Zelanda.
I prezzi delle confezione di Erba di Orzo in polvere, variano con costi dagli 7 ai 9 Euro per 100 grammi, mentre le confezioni di compresse mostrano prezzi che variano dai 10 ai 15 euro per circa 100 grammi (circa 200 capsule da 500 mg). Nel caso delle compresse o capsule, è necessario accertare se l’ingrediente sia naturale e vegetale, oppure un mix di altre erbe (possono essere presenti fosfati, acidi stearici, silice, etc.). Il succo è raro da trovare sul mercato.

Formati disponibili

Le proprietà dell’Erba di Orzo sono disponibili in confezioni di polvere di foglie essiccate di Hordeum vulgare e in compresse (estratto).

Scopri i benefici dell’Erba di Orzo Bio!

Dalla Nuova Zelanda, il benessere della nutrizione by NaturaZen